Sito Istituzionale del Comune di Librizzi (ME)

mappa del sito

Home Page

link utili

norme

modulistica

e-mail

 Home Page > evidenza Polizia Municipale  > regolamentazione uso effluenti da allevamenti zootecnici

 

 Comune di Librizzi (ME)

Ufficio del Sindaco

 

Ordinanza Sindacale n. 24 del 20 giugno 2009

 

oggetto: regolamentazione per la gestione e l'utilizzazione agronomica sull'intero territorio comunale degli effluenti provenienti da allevamenti zootecnici.

Il Sindaco

PREMESSO che:

- il Comune, nelle more dell'adozione di apposito Regolamento, intende dotarsi di uno strumento temporaneo ed urgente che possa pianificare adeguate ed idonee modalità per lo spargimento delle deiezioni zootecniche sul territorio comunale, al fine di ridurre gli inconvenienti igienico-sanitari inevitabilmente connessi con tali operazioni.

- Con l'approssimarsi della stagione estiva, appare doveroso richiamare l'attenzione sull'importanza della pianificazione di adeguate azioni di prevenzione e di contrasto finalizzate a contenere anomali comportamenti circa lo spargimento di deiezioni zootecniche, al fine di evitare l'insorgere di qualsiasi fenomeno di disagio fra la popolazione.

CONSIDERATO che lo spargimento delle deiezioni sul suolo agricolo è ammesso esclusivamente allo scopo di garantire una migliore produttività dei terreni e nel rispetto dalla comune pratica agronomica.

VISTO il Codice dell'Ambiente Testo coordinato del Decreto Legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 con le modifiche introdotte da D.to L.vo 8 novembre 2006, n. 284 e dal D.To L.vo 16 gennaio 2008, n. 4.

VISTO il Piano di Tutela delle Acque della Sicilia di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 e s.m.i.

VISTO il Decreto Interdipartimentale D.D.G. n. 61 del 17/01/2007 emanato dall'ASSESSORATO REGIONALE AGRICOLTURA E FORESTE (DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI STRUTTURALI, DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI INFRASTRUTTURALI) dall'ASSESSORATO REGIONALE TERRITORIO E AMBIENTE (DIPARTIMENTO REGIONALE TERRITORIO E AMBIENTE) e dall'ASSESSORATO REGIONALE SANITA' (ISPETTORATO REGIONALE VETERINARIO e ISPETTORATO REGIONALE SANITARIO).

VISTA la "Disciplina regionale relativa all'utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione e degli scarichi dei frantoi oleari e degli effluenti di allevamento e delle acque reflue provenienti dalle aziende di cui all'art. 101, comma 7, lettere a), b) e c) del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e da piccole aziende agroalimentari", pubblicata sulla G.U.R.S. n. 10 del 02/03/2007.

SENTITO il parere del Responsabile del 3° Settore Tecnico.

SENTITO il parere del Servizio di Polizia Municipale.

VISTO il vigente Regolamento Comunale di Igiene;

VISTO l'art. 50 del D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267.

Per gli aspetti di igiene e sanità pubblica:

ORDINA

CHE LA GESTIONE E LO SPARGIMENTO DEGLI EFFLUENTI PROVENIENTI DA ALLEVAMENTI ZOOTECNICI (LETAME E LIQUAMI) A FINI AGRONOMICI:

- intendendo per "letame" le deiezioni animali provenienti da allevamenti su lettiera (paglia o altro materiale ligno-cellulosico) nonché le frazioni solide, grossolane, palabili ottenute al liquame attraverso processi di separazione meccanica:

- intendendo per "liquame zootecnico" il materiale liquido costituito dalle deiezioni animali, dalle perdite di abbeveraggio e dalle acque di lavaggio proveniente da allevamenti zootecnici privi di lettiera o da insediamenti assimilabili, anche se sottoposto a trattamenti per accelerare i processi di maturazione.

dovrà avvenire, sull'intero territorio comunale, nel pieno rispetto di quanto previsto nell'Allegato 2 del Decreto n. 61 del 17/01/2007 (Pubblicato sulla G.U.R.S. n. 10 del 02/03/2007) "Disciplina regionale relativa all'utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione e degli scarichi dei frantoi oleari e degli effluenti di allevamento e delle acque reflue provenienti dalle aziende di cui all'art. 101, comma 7, lettere a), b) e c) del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e da piccole aziene agroalimentari".

 

Per l'inosservanza delle norme previste dalla presente Ordinanza Sindacale, fatti salvi sanzioni o reati previsti dalla legislazione statale e regionale vigente, verrà applicata la sanzione amministrativa da € 51,65 a € 309,87 secondo le procedure previste dalla Legge n. 689/1981 e s.m.i.

 

L'autorità competente potrà impartire prescrizioni, anche in contrasto con la presente Ordinanza Sindacale, al fine di prevenire, eliminare o limitare "particolari" inconvenienti igienico-sanitari.

 

Il Corpo di Polizia Municipale è incaricato per la verifica del rispetto della presente Ordinanza Sindacale.

 

Copia della presente Ordinanza viene trasmessa per opportuna conoscenza e per quanto di rispettiva competenza:

   - all'A.U.S.L. n° 5 di Messina - Ufficio di Patti

   - al Comando della Caserma dei Carabinieri di Librizzi.

 

Copia della presente Ordinanza viene, altresì, trasmessa per opportuna conoscenza e per gli adempimenti di competenza alle Aziende Agricole con sede nel Comune di Librizzi (ME).

 

La presente Ordinanza Sindacale dovrà essere pubblicata sul sito internet del Comune di Librizzi nonchè affissa negli spazi comunali all'uopo predisposti e in tutti gli esercizi commerciali ricadenti nel territorio comunale, al fine di assicurarne la più ampia pubblicità.

 

Librizzi lì 20 giugno 2009

IL SINDACO

ing. Renato Cilona