Sito Istituzionale del Comune di Librizzi (ME)

mappa del sito

Home Page

link utili

norme

modulistica

e-mail

 Home Page > settore tecnico  > indice ordinanze delimitazioni  >   ordinanza delimitazione sorgente Margivampi II

 

 

COMUNE DI LIBRIZZI

Provincia di Messina
Ufficio Tecnico

 ORDINANZA SINDACALE N° 40 del 27/08/2009

 OGGETTO:DELIMITAZIONE DELLA ZONA DI TUTELA ASSOLUTA E DI RISPETTO DELLA SORGENTE  MARGIVAMPI II del sistema acquedottistico Librizzi centro.

  I L     S I N D A C O

 PREMESSO che l’approvvigionamento idrico sul territorio comunale avviene attraverso una serie di sistemi  acquedottistici  alimentati  da sorgenti e pozzi;

CHE, per le fonti  di approvvigionamento, come imposto dalla normativa vigente, deve essere autorizzata al consumo umano, a seguito  di giudizio di idoneità a consumo umano;

CHE  l’art. 4  D.P.R. n.236/88, come modificato dall’art. 21 del D.lgs  11 maggio 1999, n° 152, prevede che per mantenere e migliorare  le caratteristiche qualitative  delle acque destinate al consumo umano erogate a terzi mediante impianto di acquedotto che riveste carattere di pubblico interesse, nonché per la tutela dello stato delle risorse, individua le aree di salvaguardia distinte in zone di tutela assoluta e zone di rispetto, nonché, all'interno dei bacini imbriferi e delle aree di ricarica della falda, le zone di protezione distinte in:Zona di tutela assoluta, delimitata tramite recinzione,  Zona di rispetto e Zona  di protezione;

Che la zona di tutela assoluta è costituita dalla porzione di terreno per un raggio di almeno 10 metri  nell’intorno dell’opera di captazione, adeguatamente protetta con recinzione;

CHE  la zona di rispetto è costituita dalla porzione di territorio circostante la zona di tutela assoluta da sottoporre a vincoli e destinazioni d'uso tali da tutelare qualitativamente e quantitativamente la risorsa idrica captata e può essere suddivisa in zona di rispetto ristretta e zona di rispetto allargata in relazione alla tipologia dell'opera di presa o captazione e alla situazione locale di vulnerabilità e rischio della risorsa;

CHE la zona di rispetto ai sensi dell'articolo 4, comma 1, ha un'estensione di 200 metri di raggio rispetto al punto di captazione o di derivazione."

Vista la nota prot. 0022069/09 del 18/06/2009 dell’Autorità d’Ambito A.T.O. n° 3- Messina Servizio idrico integrato, avente per oggetto “progetto  per la realizzazione delle aree di salvaguardia per opere di captazione- I stralcio esecutivo”, assunta al protocollo dell’Ente in data 20/06/2009 prot. 6175;

Che allegata alla nota  di cui sopra vi era lo schema tipo  di un’Ordinanza Sindacale da emanare per ogni sorgente comunale;

Ritenuto opportuno e necessario integrare il suddetto schema tipo di Ordinanza Sindacale in considerazione delle  particolari e singolari  condizioni locali di ogni singola sorgente;  

Considerato che la sorgente “Margivampi II ”,  del sistema acquedottistico Librizzi centro, ricadente sul foglio di mappa n° 5 particella 124  del comune di Librizzi, cosi come individuata  nell’allegato planimetrico che fa parte integrante e sostanziale  del presente provvedimento è stata inserita  nel progetto esecutivo per l’esecuzione dei lavori di adeguamento;

Ravvisata la necessità, di assicurare, mantenere e migliorare le caratteristiche  qualitative delle acque  destinate al consumo umano  mediante l’adozione delle misure di salvaguardia previste dagli art. 5,6 e 7 del su indicato D.P.R.;

CHE dalle considerazioni conclusive in merito al potenziale inquinamento e al potere autodepurante del terreno, per la sorgente in esame si ritiene abbastanza cautelativo  il rispetto dei limiti imposti dalla legge ed in particolare nella zona di rispetto e nella zona di protezione, attualmente libere da ogni potenziale  agente inquinante non dovranno essere previste le attività riportate nell’art. 21 del D. lgs. N° 152 dell’11/05/1999  per una estensione di ml 200 di raggio rispetto al punto di captazione allargata, in alcuni punti,  in relazione alla tipologia dell'opera di presa o captazione e alla situazione locale di vulnerabilità e rischio della risorsa ;

CHE  la zona di rispetto è costituita dalla porzione di territorio circostante la zona di tutela assoluta da sottoporre a vincoli e destinazioni d'uso tali da tutelare qualitativamente e quantitativamente la risorsa idrica captata e può essere suddivisa in zona di rispetto allargata in relazione alla tipologia dell'opera di presa o captazione e alla situazione locale di vulnerabilità e rischio della risorsa.

CHE il D.A.  del 21/11/92 al punto a) dell’allegato II-lettera A,  prevede che la documentazione relativa alla zona di rispetto  della fonte idrica  dovrà contenere  allegata  l’Ordinanza Sindacale di divieto delle attività o destinazioni indicate nei punti  2 e 3 al D.P.R.  n. 236/88;

VISTO il Piano di Tutela delle Acque della Sicilia di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 e s.m.i.

Visto il decreto interdipartimentale D.D.G. n. 61 del 17/01/2007 emanato dall'Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste (dipartimento regionale interventi strutturali, dipartimento regionale interventi infrastrutturali) dall'Assessorato Regionale Territorio e Ambiente (dipartimento regionale territorio e ambiente) e dall'Assessorato Regionale Sanita' (ispettorato regionale veterinario e ispettorato regionale sanitario).

VISTO il D.P.R. 24 maggio 1988, n° 236;

VISTO il D. lgs. 2 febbraio 2001 n° 31;

VISTO il D. lgs. 11 maggio 1999 n° 152 e successive modificazioni;

VISTO il D.M.  26 marzo  1991;

VISTO il D.A. del 21/11/92 della regione Sicilia;

VISTO l’Art. 38 della Legge 142/90 come recepito dalla L.R. 48/91;

VISTO l’art. 97 dello Statuto  Comunale;

VISTO l’art. 69 del D.P.R.S. 16/63;

 DISPONE

Per la sorgente “Margivampi II” del sistema acquedottistico Librizzi centro:

·        l’istituzione di una zona di tutela assoluta per un raggio di 10 metri  nell’intorno dell’opera di captazione; per tale area da adibire esclusivamente a opere di captazione o presa e ad infrastrutture di servizio il progetto dovrà prevedere la protezione totale mediante recinzione, come da delimitazione  riportata sullo stralcio catastale redatto dall’Ufficio Tecnico Comunale che viene come di seguito individuata:

INTESTATARI

FOGLIO DI MAPPA

PARTICELLE

COMUNE  DI LIBRIZZI

5

124 in parte

·        L’istituzione di una zona di rispetto per una estensione  di 200 metri di raggio  rispetto al punto di captazione  o di derivazione come da delimitazione  riportata sullo stralcio catastale redatto dall’Ufficio Tecnico Comunale ed allargata in relazione alla tipologia dell'opera di presa o captazione e alla situazione locale di vulnerabilità e rischio della risorsa come previsto nello studio idrogeologico  che viene come di seguito individuata: 

INTESTATARI

FOGLIO DI MAPPA

PARTICELLE

COMUNE  DI LIBRIZZI

 

 

 

 

5

124 in parte

46

123 in parte

INTESTATARI

FOGLIO DI MAPPA

PARTICELLE

ALIBERTO ROSANNA nata a Patti il 10/01/52  -COSTANZO ANNA nata a Montagnareale il 18/12/27 GIANCOLA GIUSEPPE nato a Librizzi il 25/09/27 -GIANCOLA MICHELE nato  a Librizzi il 21/08/35

GIANCOLA MARIA PIETRINA nata a Librizzi il 19/05/32

ALIBERTO RAFFAELE nato a Librizzi il 26/04/1950 -ADAMO FLAVIA nata a Librizzi il 06/10/51

ADAMO MICHELE nato a Librizzi il 20/5/55

GIANCOLA GIUSEPPE nato a

Roma il 03/01/57

GIANCOLA ROSANNA nata a Librizzi il 17/05/61

GIANCOLA ENZA nata a Librizzi il 13/05/1949BONANNELLA CATENA nata a Librizzi il 21/11/1911GIANCOLA ANNINA nata a eritrea il 27/07/1940

 

5

57

55

56

GIOVENCO FRANCESCA ved, Procopio nata a Librizzi 08/08/1891

PROCOPIO FRANCESCA nata a Messina il 18/01/1961

PROCOPIO PIETRO nato a Librizzi il 29/07/1933

PROCOPIO CATERINA nata a Librizzi il 23/10/1928

PROCOPIO GIOVANNI nato a Messina  il 07/09/1957

PROCOPIO MARIA CATENA nata a Librizzi il 13/08/1926

PROCOPIO MARGHERITA nata a Librizzi il 19/06/1935

PROCOPIO ANTONINO nato a Librizzi il 13/06/1918

PROCOPIO NUNZIA nata a Librizzi il 10/09/1912

PROCOPI OANNETTA nata a Librizzi il 25/05/1920

PROCOPIO PIETRO nato a Messina il 18/11/1955

 

5

54

136 in parte

LUCA GIOVANNINO di Gaetano PERNA TERESA nata a Librizzi il 17/12/1910

MERENDA CONCETTINA anta a  Sant’Angelo di Brolo 06/06/1932

 

5

69

CARUSO MARIA fu Filippo

GIUPPA GIOVANNI nato a Librizzi il 11/09/1924

GIUPPA ANGELINA nata a Librizzi il 30/06/1934

GIUPPA SANTO nato a Librizzi il 25/09/1929

 

5

63

421 in parte

NASTASI FRANCESCO nato a Librizzi il 26/09/1923

 

5

62

60

61

INTESTATARI

FOGLIO DI MAPPA

PARTICELLE

COMUNE DI LIBRIZZI

COSTANTINO  NATALA MARIA nata a Sant’Angelo di Brolo il 08/12/1948

ANFUSO ROSARIO nato a Sant’Angelo di Brolo il 30/11/1942

6

423 in parte

BALLETTA MICHELINO nato a Librizzi il 27/06/1935

 

6

 

651

422

CAFARELLI MARIA ELVIRA nata a Librizzi il 25/02/1933

6

872

ADAMO MARIA CATENA nata a  Librizzi 23/04/1921

6

871

BUZZANCA DOMENICO nato a Montagnareale il 18/01/1936

6

105 in parte

ADAMO ANTONINA nata a Librizzi 20/05/1928  -ADAMO SALVATORE  nato a Librizzi il 23/07/1974

6

104 in parte

ORDINA

1.      Che nella zona di rispetto, come individuata nell’elaborato grafico, redatto dall’Ufficio Tecnico Comunale, sono vietati l'insediamento dei seguenti centri di pericolo e lo svolgimento delle seguenti attività:

 

a)   dispersione di fanghi ed acque reflue, anche se depurati;

b)   accumulo di concimi chimici, fertilizzanti o pesticidi;

c)    spandimento di concimi chimici, fertilizzanti o pesticidi, salvo che l'impiego di tali sostanze sia effettuato sulla base delle indicazioni di uno specifico piano di utilizzazione che tenga conto della natura dei suoli, delle colture compatibili, delle tecniche agronomiche impiegate e della vulnerabilità delle risorse idriche;

d)   dispersione nel sottosuolo di acque meteoriche proveniente da piazzali e strade;

e)   aree cimiteriali;

f)     apertura di cave che possono essere in connessione con la falda;

g)   apertura di pozzi ad eccezione di quelli che estraggono acque destinate al consumo umano e di quelli finalizzati alla variazione della estrazione ed alla protezione delle caratteristiche quali-quantitative della risorsa idrica;

h)    gestione di rifiuti;

i)      stoccaggio di prodotti ovvero sostanze chimiche pericolose e sostanze radioattive;

l) centri di raccolta, demolizione e rottamazione di autoveicoli;

m) pozzi perdenti;

n) pascolo e stabulazione di bestiame che ecceda i 170 chilogrammi per ettaro di azoto presente negli effluenti, al netto delle perdite di stoccaggio e distribuzione. È comunque vietata la stabulazione di bestiame nella zona di rispetto ristretta. 

  1. Manda per le necessarie previsioni progettuali dell’intervento “realizzazione delle aree di salvaguardia per opere di captazione-I stralcio esecutivo” al servizio Idrico Integrato Autorità d’Ambito A.T.O. n° 3-Messina  per la  delimitazione delle aree di salvaguardia e per la previsione della posa di idonea segnaletica lungo il perimetro delle aree di rispetto e protezione  con riserva di emissione di tutti quegli altri provvedimenti che, in ipotesi, si rendessero necessari;
  2. Trasmettere la presente all’Azienda U.S.L. n. 5 Messina, servizio igiene pubblica di Patti,  all’Ufficio Tecnico Comunale, ai fontanieri Comunali,  al comando Vigili Urbani e  alle forze dell’Ordine per quanto di Loro competenza.

Dalla Residenza Municipale, li 26 agosto 2009

                                                                                Il Sindaco

                                                                       Ing. Renato Cilona