...

www.comune.librizzi.me.it

Il sito ufficiale del Comune di Librizzi (ME)

 

 

mappa del sito

 

 link utili

 

modulistica

 

 norme

 

scrivici

 

 

 

home page >  avvisi >  ordinanza sindacale n. 24 del 20.06.2007 - Utilizzo acqua

 

 

COMUNE DI LIBRIZZI

 

Provincia di Messina

- Ufficio Tecnico -

 

 

Ordinanza  Sindacale n° 24  del 20.06.2007

I L     S I N D A C O

Considerata  la situazione di emergenza dovuta alla carenza di risorse idriche  connessa alla riduzione della portata  delle sorgenti ;

Rilevato che allo stato, si dispone di un quantitativo di acqua che, se  non correttamente utilizzato, può ritenersi insufficiente a soddisfare le necessità primarie della  cittadinanza;

Che in questi ultimi giorni  sono emerse  delle  disfunzioni  ricollegabili essenzialmente a consumi eccessivi  ed usi diversi da quelli consentiti  dal vigente regolamento comunale;

Ritenuto  che le concessioni di acqua al servizio di civili abitazioni non consentono un uso diverso da quello domestico;

Considerato  che dalle citate violazioni contrattuali è regolametari  può derivare, pure, un evidente  pericolo per l’igiene, la salute e l’ordine pubblico , comportando  le disfunzioni, da un lato l’impossibilità di assicurare adeguate e paritarie  condizioni igieniche  a tutta la  cittadinanza e dall’altro , la possibile  insorgenza di tensioni sociali  non agevolmente controllabili;

Che l’uso diverso  da quello domestico oltre alle problematiche prima indicate, determina eccessivi consumi  di energia elettrica su tutti i sistemi acquedottistici alimentati da impianti di sollevamento  con conseguenti maggiori costi  per l’Ente  che obbligatoriamente si ripercuotono sulle tariffe;

Ritenuto, pertanto, che si rende  necessario intervenire per fissare   limiti massimi di consumo di acqua pro capite,  tenuto conto della portata delle sorgive e della destinazione contrattuale;

Che alla luce delle suesposte  considerazioni  appare necessario al fine della limitazione l’immediata sospensione, in via temporanea , dell’erogazione dell’acqua  per tutte le seconde utenze  e comunque per quelle non al servizio di case  di civile abitazione  all’orquando i consumi di queste ultime dovessero superare il limite massimo di consumo  giornaliero di litri 80 ad utenza;

Che al fine di rendere efficace tali provvedimenti cautelativi , gli addetti al servizio ed il responsabile del settore debbono procedere nell’immediatezza della sospensione temporanea delle citate utenze ed all’applicazione delle sanzioni ;

Sentito il responsabile dell’Ufficio Tecnico ,  con particolare riferimento alle  portate attuali delle sorgenti che alimentano i vari sistemi acquedottistici ;

Visto l’art. 38 della Legge 142 / 90 come recepito dalla L.R. 48/91;

Visto  l’art. 69  del D.P.R.S. 16/63;

Visto il regolamento comunale  sugli acquedotti;

Visto lo Statuto Comunale  ed in particolare l’art. 97;

O R D I N A

1.       Con decorrenza  immediata e fatto divieto assoluto di prelevare acqua per uso irriguo, edilizio  e, comunque, diverso da quello domestico, di addurre acqua a mezzo tubazioni  di qualsiasi genere  e tipo al di fuori dell’abitazione servita;

2.       E’ fatto divieto di prelevare  acqua dalle  fontanelle  pubbliche  a mezzo tubazioni ;

3.       Agli utenti è consentito un consumo  massimo pro capite giornaliero   per persona  utente e famigliare componente lo stesso nucleo quale  risultante dalla situazione di famiglia consolidata  alla data odierna  come di seguito indicato:

-         Utenze  servite dall’acquedotto Librizzi centro  comprendente le zone del centro urbano,  Giovannotto e S. Sebastiano consumo massimo  consentito pro capite  / giorno litri 180,00

-          Utenze servite dall’acquedotto Murmari  comprendente le zone di Murmari , Piana, consumo massimo consentito pro capite / giorno litri  180,00;

-         Utenze  servite dall’acquedotto CastagnazzaS. Pancrazio, comprendente le zone di S. Pancrazio, Maffuni Superiore  , Arangera , Castagnazza   e Trombettina consumo massimo consentito pro –capite / giorno litri 180,00;

-         Utenze servite dall’acquedotto  Colla, comprendente l’intera frazione Colla, l’insediamento IACP Maffuni    Maisale e  Rucina  consumo massimo  consentito  pro capite litri giorno 180,00;

-          Utenze servite dall’acquedotto Nasidi, comprendente le zone di Nasidi, Fraiale, Ronco Marurà  consumo massimo consentito pro capite / giorno  litri 180,00;

-          Per tutte le restanti utenze  distribuite sul territorio comunale  serviti dagli acquedotti : Acquaverni, Mortarelli, Acquapalumbo, Brigneri, e Guardiola, Vallonevina  ecc. il consumo massimo consentito pro capite  resta fissato in litri giorno 180,00;

-          Tutte le utenze ad uso attività commerciali, ristorazione viene assegnato un consumo giornaliero massimo  consentito di litri 1000,00 , detto limite può essere  elevato a litri 2000 su motivata richiesta  del gestore  e previa verifica della disponibilità della quantità.

4.       Di limitare, inoltre, tutte le seconde utenze  ad un consumo  massimo  giornaliero di litri 80 ad utenza;

5.       Per le violazioni di cui al punto “1” della presente ordinanza  verrà applicata una sanzione amministrativa  pecuniaria da € 51,00 a € 258,00;

6.       Per le violazioni di cui al punto “2” si applica una sanzione amministrativa pecuniaria da € 51,00 a € 258,00;

7.       Per le violazione i di cui  al punto “ 3” si applicano le seguenti sanzioni amministrative :

a)      per le eccedenze nei consumi fino a 5 metri cubi si applica una  sanzione amministrativa pecuniaria  pari     a € 6,00 per ogni metro cubo;

 b)   per le eccedenze nei consumi oltre i 5,00 metri cubi si applica una sanzione amministrativa pecuniaria      pari a € 10,00 per ogni metro cubo  di eccedenza;

8.       Per le violazioni di cui al punto “4” si applica una sanzione amministrativa pecuniaria da  € 51,00 a € 258,00 e l’immediata sospensione, in via temporanea, dell’erogazione dell’acqua;

9.      Le sanzioni  amministrative per le violazioni alla  presente ordinanza vanno applicate dal responsabile del servizio  in conformità alle disposizione di cui alla Legge 689/81;

10.   I fontanieri Comunali e gli incaricati del servizio , non appena accertata l’infrazione alle norme del regolamento alla presente  ordinanza e  ad ogni  altra disposizione vigente  in merito, procederanno nell’immediatezza a sospendere  l’erogazione all’utenza  all’orquando prevista, isolando quest’ultima dalla condotta comunale  ed a segnalare il caso, con apposita relazione al responsabile del servizio per l’applicazione delle sanzioni  amministrative:

11.  I fontanieri comunali, restano  incaricati della  periodica verifica delle portate e relativa  comunicazione all’Ufficio per le eventuali  variazioni  da apportare alla presente .

12.  La presente  Ordinanza è valida  fino a revoca;

13.   Manda agli addetti al servizio acquedotto, al coordinatore del servizio, ai Vigili Urbani ed ai carabinieri ciascuno per quanto di rispettiva competenza,  e per la esecuzione della presente Ordinanza.

Dalla Residenza Municipale  20.06.2007

                                                                                              IL SINDACO

                                                                                                                         Ing. Renato Cilona

              Il presente avviso è pubblicato a titolo informativo: fa fede solo quello pubblicato all'Albo Pretorio del Comune.