Sito Istituzionale del Comune di Librizzi (ME)

mappa del sito

Home Page

link utili

norme

modulistica

e-mail

 

 Home Page > Avvisi > iniziative mancato recapito bollette Enel

 

 

L'Amministrazione Comunale informa...

Ritardata consegna fatture Enel

 

In seguito alle iniziative dell'Amministrazione Comunale di Librizzi per il mancato recapito delle bollette Enel in scadenza a fine marzo 2008, l'Enel ha assunto le necessarie iniziative a tutela degli utenti.

Per opportuna conoscenza pubblichiamo di seguito  il testo della comunicazione Enel relativa alla pratica n. 00158517043.

"Oggetto: ritardata consegna fatture Enel - vostra segnalazione del 28/03/08.

Spettabile COMUNE LIBRIZZI

In riferimento alla vostra del 28/03/08 prot. 3249, vi informiamo che a causa di un problema tecnico della società che cura la consegna delle bollette Enel, alcuni nostri clienti hanno ricevuto le fatture dell'energia elettrica scadute o prossime alla scadenza. Per tale ragione abbiamo provveduto a posticipare la scadenza delle stesse di 60 giorni rispetto a quella originaria.

Scusandoci per il disguido creato, vi assicuriamo che non verrà addebitato alcun interesse di mora per il ritardato pagamento. Per i clienti che hanno effettuato il pagamento prima della modifica della scadenza sopra descritta, è stato previsto lo storno automatico degli eventuali interessi di mora.

Per qualsiasi ulteriore esigenza potrete contattarci: per telefono (numero verde 800 900 800, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 14), a mezzo fax gratuito (numero 800 900 150), per lettera (Enel Servizio Elettrico - Casella Postale 1100 - 85100 Potenza) o per e-mail attraverso il sito www.prontoenel.it).

Distinnti saluti.

30/06/2008

SERVIZIO CLIENTI"

---------------------------------------

Iniziative per mancato recapito bollette Enel  e successiva diffida a pagamento

Con riferimento ai solleciti e alle diffide inviate in questi giorni dall'Enel per il pagamento delle fatture scadute a marzo e mai recapitate per un grave disservizio, si precisa che le somme richieste vanno tempestivamente pagate entro il termine fissato nella comunicazione ricevuta.

 

L'Enel, infatti, sta chiedendo il legittimo pagamento di somme maturate al 31 marzo 2008.

 

L'Amministrazione Comunale di Librizzi ha, invece, intrapreso e continuato l'azione per impedire che l'Enel scarichi sugli utenti finali la grave mancanza del servizio di recapito, addebitando interessi e more.

 

Per questo ha inviato, tramite fax, all'Enel e al Prefetto di Messina la formale protesta che si riporta di seguito, per stralcio, e che richiama l'altra inviata a marzo di cui si dà notizia in fondo a questa pagina.

 

COMUNE DI LIBRIZZI

 (PROVINCIA DI MESSINA)

Ufficio del Sindaco

Prot. n° 4496 del 05/05/2008

SPETT.LE ENEL SPA

e p.c.    A S.E. IL PREFETTO

di MESSINA

OGGETTO: RECLAMO. SEGNALAZIONE URGENTE

Il sottoscritto, dott. ing. Renato CILONA, nella qualità di Sindaco del Comune di Librizzi (Provincia di Messina) espone e segnala quanto segue:

premesso che gran parte dei cittadini del Comune di Librizzi non hanno mai avuto recapitate le bollette ENEL con scadenza 25 e 31 marzo 2008;

CHE tale circostanza è stata precedentemente segnalata da questo Ente con Nota Prot. n° 3246 del 28/03/2008 (Allegato n° 1), rimasta a tutt’oggi senza riscontro;

CHE anche l’Associazione Consumatori Siciliani con sede in Patti (ME) ha prontamente segnalato tale inspiegabile e grave circostanza con Nota Prot. n° 36/03/2008, introitata al Protocollo Generale dell’Ente in data 29/03/2008 Prot. n° 3292 (Allegato n° 2);

CHE in data odierna (05/05/2008) molti dei suddetti cittadini si sono visti recapitati una Raccomandata contenente un sollecito di pagamento di una bolletta mai recapitata e cosa ancor più grave con un “Preavviso di riduzione della potenza per la fornitura di energia elettrica” a partire dal 12/05/2008;

CONSIDERATO che quanto verificatosi ha comportato un elevato disagio con conseguente stato di paura e allarme da parte dei residenti (molti dei quali anziani);

CHE appare del tutto inammissibile ed inaccettabile quanto comunicato con la Raccomandata inviata da Codesta Spett.le Società ai cittadini di Librizzi e recapitata in data 05/05/2008;

CHE ancor più grave è intollerabile risulterebbe l’eventuale riduzione e/o distacco della fornitura di energia elettrica o l’applicazione di interessi, nelle prossime bollette, su una bolletta mai effettivamente recapitata;

C H I E D E

a Codesta Spett.le Società, per le valide motivazioni espresse in premessa, di:

1.       sospendere e/o annullare tempestivamente la procedura avviata con la suddetta Raccomandata recapitata in data 05/05/2008;

2.       non applicare eventuali interessi, sulle prossime bollette, per il ritardato pagamento delle bollette con scadenza in data 25 e 31 marzo 2008, in quanto tale ritardo non è imputabile agli utenti bensì al mancato recapito delle stesse bollette;

3.       di concedere un congruo termine (magari entro il 31/05/2008) per il pagamento delle suddette bollette.

     Qualora le suddette richieste non dovessero essere accolte, si avverte sin d’ora Codesta Spett.le Società che è intenzione del sottoscritto di denunciare l’intera vicenda alle Autorità Competenti al fine di difendere adeguatamente i diritti dei cittadini.

     La presente è inviata per conoscenza a S.E. il Prefetto di Messina, affinché qualora ve ne ricorrano i motivi, possa assumere i provvedimenti di competenza.

 

Restando a completa disposizione per qualsiasi chiarimento..., si porgono distinti saluti. 

Librizzi, 5 maggio 2008                                                               

                                                                           IL SINDACO

                                                                        ing. Renato CILONA

 

 * * * * * * * * *

Molti Librizzesi hanno segnalato il mancato recapito delle fatture Enel in scadenza a fine marzo 2008.

L'Amministrazione Comunale, con nota prot. 3246 del 28 marzo 2008,  ha tempestivamente informato del disservizio l'Enel, il Prefetto,  Associazioni dei Consumatori, e Poste Italiane, e ha chiesto la proroga del termine di pagamento temendo che gli utenti incolpevoli incorrano in addebito di maggiori oneri. Alla data dell'1 aprile 2008 non è ancora pervenuto alcun riscontro.

Per conoscere l'importo della propria fattura e gli estremi per effettuare comunque il versamento di quanto dovuto si suggerisce di contattare l'Enel al numero verde indicato sulla precedente fattura, che è necessaria pure per fornire, nel corso della chiamata telefonica, il proprio numero cliente, il proprio codice fiscale, l'esatta intestazione e ubicazione dell'utenza.