Sito Istituzionale del Comune di Librizzi (ME)

mappa del sito

Home Page

link utili

norme

modulistica

e-mail

 Home Page >  avvisi   >  contributi per impianti videosorveglianza

 

 

 

COMUNE DI LIBRIZZI

(PROVINCIA DI MESSINA)

Assessorato al Commercio e Attività produttive

 

A V V I S O   P U B B L I C O

contributi per l'acquisto e l'installazione di impianti di videosorveglianza

(a favore delle piccole e medie imprese commerciali ed artigiane nonché degli artigiani singoli)

 

I l   Sindaco rende noto che

con il Decreto del 15/12/2008  emanato dall'Assessorato Regionale della Cooperazione del Commercio, dell'Artigianato e della Pesca (pubblicato sulla G.U.R.S. n° 10 dello 06/03/2009), la Regione siciliana, al fine di garantire condizioni di maggiore sicurezza alle piccole e medie imprese commerciali operanti nel territorio della Regione attiva un regime di aiuto per contribuire all’acquisto e all’installazione di impianti di videosorveglianza negli esercizi commerciali.

Soggetti beneficiari: L’intervento è destinato alle piccole e medie imprese commerciali iscritte nel registro delle imprese, con sede o unità locale operativa nel territorio della Regione siciliani, nonché agli artigiani iscritti all’albo provinciale delle imprese artigiane e al registro delle imprese che vendono, nei locali di produzione o nei locali a questi adiacenti, i beni di produzione propria.

Interventi ammissibili: Sono ammessi a contributo gli investimenti riguardanti l’acquisto in proprietà e l’installazione di impianti di videosorveglianza con collegamento telematico con gli organi di Polizia conformi a quelli previsti da protocolli di intesa con il Ministero dell’interno. Sono ammissibili all’agevolazione le spese effettuate dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda. A tal fine fa fede la data di emissione delle fatture. I beni oggetto dell’agevolazione devono essere nuovi di fabbrica e forniti alle normali condizioni di mercato. Devono essere installati nell’unità locale situata nel territorio della Regione siciliana e indicata nella domanda (sede o unità locale operativa). Riguardo le imprese artigiane ammesse a contributo, per unità locale deve intendersi il locale di produzione o il locale a questo adiacente ove avviene la vendita dei beni di produzione propria. Sono esclusi dall’agevolazione i contratti di manutenzione, le eventuali opere edilizie e l’I.V.A. recuperabile. Ciascun soggetto beneficiario potrà presentare una sola domanda per ogni unità locale (sede o unità locale operativa).

Entità dell’agevolazione: L’agevolazione consiste nella concessione, fino ad esaurimento dei fondi disponibili, di un contributo in conto capitale nella misura massima del 50% della spesa sostenuta e ritenuta ammissibile e, comunque, fino ad un importo massimo di € 2.000 per ciascuna unità locale (sede o unità locale operativa). Ogni soggetto beneficiario può ottenere l’agevolazione per un massimo complessivo di tre unità locali (compresa la sede). Il contributo è concesso nel rispetto del regime di aiuti de minimis di cui al regolamento CE della Commissione n. 1998/2006 del 15 dicembre 2006.

Presentazione della domanda: La domanda per la concessione e la successiva erogazione del contributo, redatta secondo uno specifico schema, deve essere inviata all’Assessorato regionale della cooperazione, del commercio, dell’artigianato e della pesca, servizio 5/S commercio, via degli Emiri n. 45 - 90135 Palermo, esclusivamente a mezzo del servizio postale con raccomandata A.R. La domanda può essere spedita a partire dal 15° giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana. Per ogni unità locale (sede o unità locale operativa) deve essere presentata una singola domanda. Ogni plico può contenere una sola domanda.

Documentazione da allegare: La domanda deve essere firmata dal titolare o dal legale rappresentante dell’impresa e presentata unitamente alla fotocopia di un valido documento d’identità del sottoscrittore, ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. n. 445/2000. Essa deve essere corredata della seguente documentazione:

1.       descrizione dettagliata dell’intervento da realizzare nella singola unità locale (sede o unità locale operativa) dove viene svolta l’attività commerciale o, per le imprese artigiane, la vendita dei beni di produzione propria (nei locali di produzione o nei locali a questi adiacenti), e delle caratteristiche tecniche dell’impianto che si intende installare nella suddetta unità locale, redatta secondo uno specifico schema;

2.       preventivo di spesa;

3.       dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà resa dal richiedente ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 in ordine al rispetto delle regole previste per gli aiuti “de minimis”, redatta secondo uno specifico schema;

4.       certificato anagrafico dell’impresa rilasciato dalla camera di commercio, industria, artigianato ed agricoltura territorialmente competente in data successiva alla pubblicazione del bando, comprensivo del nulla osta antimafia di cui al D.P.R. n. 252 del 3 giugno 1998.

Per ogni altra informazione e per il ritiro di tutta la documentazione necessaria per la presentazione della domanda, gli interessati potranno rivolgersi presso l'Ufficio Commercio e Attività Produttive, Sig. Franco Antonino, dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,30 ed il martedì dalle ore 14,30 alle ore 17,30.

Dalla Residenza Municipale, 10 marzo 2009             

                                         L’Assessore al Commercio                                                                    Il Sindaco

                                              rag. Filippo ADAMO                                                                         ing. Renato CILONA