Sito Istituzionale del Comune di Librizzi (ME)

mappa del sito

Home Page

link utili

norme

modulistica

e-mail

 

 Home Page > Bandi > bando veicoli

 

 COMUNE DI LIBRIZZI

PROVINCIA DI MESSINA

Ufficio Tecnico

Piazza Catena,4  98064 LIBRIZZI (ME)

E-mail :protezionecivile@comune.librizzi.me.it

www.comune.librizzi.me.it

 

BANDO PUBBLICO INCANTO – PROCEDURA APERTA

ENTE  APPALTANTE : Comune di Librizzi piazza Catena, 4 - 98064 Librizzi  Tel 0941/32281-367027-28  E-mail: protezionecivile@comune.librizzi.me.it

OGGETTO:  Dismissione autobotte FIAT IVECO 79.14  e Land- Rover 110 HT  e trasformazione di un  automezzo  FIAT Ducato .

AGGIUDICAZIONE : L’aggiudicazione avverrà in favore dell’offerta più vantaggiosa per l’Amministrazione , sulla base  d’asta fissata al punto  “ 1 “.

CELEBRAZIONE DELLA GARA : la gara avrà  luogo presso l’Ufficio Tecnico Comunale  in  data   19.04.2008  con inizio  alle ore    11,00 e sarà presieduta dal dirigente dell’Ufficio Tecnico Comunale.

VISIONE ATTI : Gli interessati possono prendere visione degli atti  presso l’ufficio Tecnico Comunale  tutti i giorni dalle ore 9,30 alle ore 12,30. E’ possibile ottenere copia del  bando previo corresponsione dei diritti di segreteria e stampati vigenti al momento della richiesta. Il rilascio tramite fax comporterà la maggiorazione dei  detti importi della somma di € 2,50   per spese forfettarie per l’utilizzo servizio di telefonia. Le somme per rilascio copie del bando  dovranno essere versate su C.C. Postale n° 1460982 , intestato al servizio di tesoreria Comune di Librizzi. Potranno  anche prendere visione degli automezzi  previa comunicazione all’Ufficio Tecnico Comunale.

MODALITA’ :

1- Il Comune di Librizzi  è proprietario  dei seguenti automezzi .

1.1 Autocarro  FIAT 79 14  - autobotte-  targato ME 384096  . anno di immatricolazione 1985  caratteristiche tecniche – motore  tipo FIAT 8060.04 – tempi 4 alimentazione gasolio – cilindrata   5499 – lunghezza 5,870 m -  larghezza 2,120 m -  assi  2 – tara  kg. 4120 -  complessiva 8000 kg.  -  allestito come autobotte  capienza litri 5000 , pompa   di allestimento ;

1.2 Autoveicolo  trasporto promiscuo  persone – cose – LAND ROVER LDHA 110 HT Turbo  targata ME 445528. Anno di immatricolazione 1987.  caratteristiche tecniche-  motore tipo 19J – tempi 4 gasolio -  cilidri 4 -  cilindrata 2495 -  lunghezza m 4,580 – larghezza m 1,790 – assi 2 – tara kg. 1885 – portata 825 -  portata complessiva kg. 2710 – rimorchiabile 1700 -  servosterzo ;

1.3 Autoveicolo  per trasporrto specifico ( cassonato isotermico)  tipo FIAT  DUCATO  CAT n  1 targato ME 626371 – Anno di immatricolazione 1993 -  caratteristiche tecniche  - motore tipo 8144.67 – tempi  4  alimentazione gasolio -  cilindri 4 -  cilindrata 2500 – lunghezza m 4,850 – larghezza m 1,920 – sbalzo posteriore m 1,05 – distanza interassi m 2,923  - tara  kg. 2010 – portata kg. 960 – complessiva 2970 – rimorchiabile kg1500-   servosterzo idraulico .

       

1.4  Il Comune di Librizzi  intende alienare gli automezzi di  cui ai punti   1)  e 2)   ed in cambio  trasformare  l’automezzo  indicato al punto 3)   eseguendo lavori  di trasformazione a cassone fisso, manutenzione  ordinaria e straordinaria , manutenzione carrozzeria, revisione obbligatoria, collaudo delle trasformazioni, sostituzione gomme e quanto altro necessario per dare l’automezzo funzionate  e su strada. Valore asta € 4.500,00 Iva esclusa  posta a carico dell’aggiudicatario. ( euro quattromicinquecento/00)

 

1.5 Dovranno essere presentate offerte migliorative in termini economici. Non verranno prese in considerazione offerte   incomplete o  peggiorative per l’Ente.

 

2- PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE - Può partecipare all’asta chiunque ne abbia interesse. Per partecipare alla  gara gli interessati dovranno far pervenire, in plico sigillato, a mano o a mezzo raccomandata del servizio postale  anche non statale,  entro a non oltre le ore   11,00   del giorno 19.04.2008  i documenti indicati ai seguenti punti a, b, c, d, e,f,g.

Si precisa che il plico deve essere chiuso con ceralacca sulla quale  deve essere impressa l’impronta di un sigillo a scelta del partecipante, sul plico inoltre, dovrà chiaramente apporsi la seguente dicitura "OFFERTA PER LA GARA DEL GIORNO 19.04.2008  relativa “dismissione  autobotte e Land Rover e trasformazione di un  automezzo”  sul plico dovrà anche essere indicato il nominativo del mittente.

Il plico dovrà essere indirizzato all’Amministrazione Comunale di Librizzi  P/zza Catena.

 

a) Istanza di partecipazione alla gara sottoscritta dal titolare, in caso di ditta individuale, dal legale rappresentante, in caso di società, con l’indicazione del soggetto referente specificandone numero di telefono e di fax per ogni eventuale comunicazione.  L’istanza dovrà essere sottoscritta  con le modalità  di cui   agli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 .

 

b) L’offerta , contenente la descrizione e le migliorie , contenuta in apposita busta chiusa  e sigillata con ceralacca e controfirmata sui lembi di chiusura, nella quale, oltre all'offerta , non devono essere inseriti altri documenti. Sulla ceralacca deve essere impressa l’impronta di un sigillo a scelta dell’interessato.L’offerta deve essere firmata dall’offerente, o da legali rappresentanti della società  o ente cooperativo  o consorzio di cooperative o ente pubblico.

 

c) Certificato  generale del casellario giudiziale di data non anteriore a tre mesi  da quella fissata per la gara rilasciato dalla competente autorità;

 

d) Per le imprese individuali e per le società di qualsiasi tipo ivi comprese le cooperative e loro consorzi un certificato della cancelleria del tribunale competente sezione fallimentare  ovvero certificato rilasciato dalla CCIAA di data non anteriore e tre mesi da quella fissata per la gara  dal quale risulti che nei confronti della società o dell'’impresa individuale non vi sia in corso una procedura di fallimento, amministrazione controllata, cessazione di attività, liquidazione,  concordato preventivo e che non si trovi in qualsiasi altra situazione equivalente ;

 

e )dichiarazione  sostitutiva di atto di notorietà, su carta  semplice ,  resa dal  partecipante o dal titolare in caso di  ditta individuale, dal o dai legali rappresentanti in caso di società e sottoscritta ai sensi del D.P.R. 445/2000 e successive modifiche e integrazioni, nella quale si DICHIARA:

 

e1)) di essere in possesso di tutti i requisiti per partecipare  alla  presente gara;

e2)) di non trovarsi nell’incapacità di contrarre con la pubblica amministrazione ai sensi della normativa vigente;

e3) solamente per le società comunque costituite deve essere specificato il nome, cognome, luogo e data di nascita delle persone designate a rappresentare ed impegnare  legalmente la società stessa;

e4) indicazione di codice fiscale e partita  iva della ditta , se iscritta alla CCIAA , o espressa dichiarazione  di partecipare alla gara come privato concorrente , in tal caso dovrà essere indicata , a pena di esclusione, l’officina  cui si rivolgerà per  gli interventi di  manutenzione , e trasformazione dell’automezzo  DUCATO. Inoltre dovrà essere allegata  una dichiarazione  resa dal titolare dell’officina indicata , con le modalità di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 , circa il possesso dei requisiti  di cui al punto 2 lett. c, d, e2, e5, e9, e10, e11, e12, e13, e14, e15, e17, e18, e19, e20,  ed allegare  un certificato di iscrizione alla CCIAA secondo le modalità di cui al punto “ 2  d) “.

e5) di      non     essere    stata    temporaneamente   esclusa   dalla presentazione di offerte per pubblici appalti;

e6)  di accettare tutte le condizioni del  bando  e di impegnarsi alla sottoscrizione dell’atto di affidamento   entro il termine di giorni 15 dalla data di  comunicazione  e di prendere  consegna  gli automezzi e definire le opere di trasformazione entro il termine di 40 giorni dalla sottiscrizione dell’atto di  affidamento. Entro tale termine dovranno anche essere stipulati gli atti trasferimento degli automezzi indicati ai punti  1.1  e  1.2..

e7 di essere in condizione di potere  eseguire il “ contratto” nei modi e nei termini previsti dal  presente bando;

e8 di avere giudicato l’importo a base di gara remunerativo e tale da consentire l’offerta che si accinge a fare;

e9 di non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo, né di avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;

e10 che nei propri confronti non è pendente procedimento per l’applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all’articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 e che non sussistono cause ostative previste dall’articolo 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575; (tale dichiarazione va resa a pena di esclusione dai seguenti soggetti: dal titolare, dal direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; dal socio e dal direttore tecnico se si tratta di società in nome collettivo, da tutti i soci accomandatari e dal direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice, dagli amministratori muniti di poteri di rappresentanza e dal direttore tecnico, se si tratta di altro tipo di società o consorzio);

e11 che nei propri confronti non è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale; né condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all’articolo 45, paragrafo 1, direttiva CE 2004/18, (vanno indicate anche le eventuali condanne per le quali abbia beneficiato della non menzione); (tale dichiarazione va resa, a pena di esclusione, dai seguenti soggetti: dal titolare,dal direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; dal socio e dal direttore tecnico se si tratta di società in nome collettivo, da tutti i soci accomandatari e dal direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice, dagli amministratori muniti di poteri di rappresentanza e dal direttore tecnico, se si tratta di altro tipo di società o consorzio);

L’insussistenza di tali condizioni va dichiarata anche nei confronti dei soggetti cessati dalla carica nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando di gara. L’impresa dovrà, inoltre, dimostrare di aver adottato atti o misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata, ove sussistente. Resta salva in ogni caso l’applicazione dell’articolo 178 del codice penale e dell’articolo 445, comma 2, del codice di procedura penale;

e12 di non avere violato il divieto di intestazione fiduciaria posto dall’articolo 17 della legge 19 marzo 1990, n. 55;

e13 di non avere commesso gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di sicurezza e ad ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro;

e14 di non avere commesso grave negligenza o malafede nell’esecuzione delle prestazioni affidate dalla stazione appaltante che bandisce la gara e di non avere commesso un errore grave nell’esercizio della propria attività professionale;

e15 di non aver commesso violazioni, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti;

e16 che, nell’anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara, non ha reso false dichiarazioni in merito ai requisiti ed alle condizioni rilevanti per la partecipazione alle procedure di gara;

e17 che non ha commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui sono stabiliti;

e18 di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili, ai sensi della legge n. 68/99, trovandosi in una delle seguenti condizioni:

a ) occupa meno di quindici dipendenti; b) occupa da 15 a 35 dipendenti e non ha effettuato nuove assunzioni dopo il 18.01.2000; c) occupa da 15 a 35 dipendenti e ha effettuato nuove assunzioni dopo il 18.01.2000; d) occupa più di 35 dipendenti;

e19 che nei propri confronti non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all’articolo 9, comma 2, lettera c), del decreto legislativo n. 231 dell’8 giugno 2001 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione;

e20 indica i nominativi, le date di nascita e di residenza degli eventuali titolari, soci di s.n.c., amministratori muniti di poteri di rappresentanza e soci accomandatari e dichiara, a pena di esclusione, che nei loro confronti non sussistono le condizioni di cui ai precedenti punti ;

e21l’indicazione del codice fiscale e della partita I.V.A., della matricola INPS e della matricola INAIL;

e22 di essere in regola con le norme che disciplinano la sicurezza sui luoghi di lavoro ex

D. Lgs. n. 626/94 e s.m.i.;

 

f) in applicazione alle clausole di autotutela, la ditta offerente, anche nel caso di aggiudicazione, dichiara espressamente e in modo solenne:

- di obbligarsi, come si obbliga, a segnalare al Comune di Librizzi qualsiasi tentativo di

turbativa, irregolarità o distorsione nelle fasi di svolgimento della gara e/o durante l’esecuzione dei contratti, da parte di ogni interessato o addetto o di chiunque possa influenzare le decisioni relative alla gara in oggetto;

- di obbligarsi, come si obbliga, altresì espressamente a collaborare con le forze di polizia, denunciando ogni tentativo di estorsione, intimidazione o condizionamento di natura criminale (richieste di tangenti, pressioni per indirizzare l’assunzione di personale o l’affidamento di subappalti a determinate imprese, danneggiamenti/furti di beni personali o in cantiere, etc.);

La suddetta dichiarazione è condizione rilevante per la partecipazione alla gara, sicché, qualora la stazione appaltante accerti, nel corso del procedimento di gara, una situazione di collegamento sostanziale, attraverso indizi gravi, precisi e concordanti, l’impresa verrà esclusa.

 La ditta offerente dichiara espressamente ed in modo solenne:

- di non trovarsi in situazioni di controllo o di collegamento (formale e/o sostanziale) con altri concorrenti e che non si è accordata e che non si accorderà con altri partecipanti alla gara;

- che non subappalterà  forniture di alcun tipo ad altre imprese partecipanti alla gara – in forma singola o associata – e che è consapevole che, in caso contrario, tali subappalti non saranno autorizzati;

- quale condizione rilevante per la partecipazione alla gara, che la propria offerta è improntata a serietà, integrità, indipendenza e segretezza, e che si impegna a conformare i propri comportamenti ai principi di lealtà, trasparenza e correttezza, che non si è accordata e non si accorderà con altri partecipanti alla gara per limitare od eludere in alcun modo la concorrenza (“dichiarazione di salvaguardia della concorrenza”).

La ditta offerente dichiara che, nel caso di aggiudicazione, si obbliga espressamente a comunicare, tramite il R.U.P., alla stazione appaltante e all’Osservatorio Regionale dei  sui Contratti: lo stato di avanzamento , l’oggetto, l’importo e la titolarità dei contratti di sub appalto e derivati, quali il nolo e le forniture, nonché le modalità di scelta dei contraenti e il numero e le qualifiche dei lavoratori da occupare. Si obbliga, altresì, espressamente a inserire identica clausola nei contratti di subappalto, nolo, cottimo etc., ed è consapevole che, in caso contrario, le eventuali autorizzazioni non saranno concesse.

La ditta offerente si impegna al rigoroso rispetto delle disposizioni vigenti in materia di obblighi sociali e di sicurezza del lavoro, pena la risoluzione del contratto, la revoca dell’autorizzazione o della concessione o la decadenza dal beneficio.

- oltre ai casi in cui ope legis è previsto lo scioglimento del contratto di appalto, la stazione appaltante recederà, in qualsiasi tempo, dal contratto, revocherà la concessione o l’autorizzazione al sub-contratto, cottimo, nolo o fornitura al verificarsi dei presupposti stabiliti dall’art. 11, comma 3, del D.P.R. 3 giugno 1998, n. 252.

Gli obblighi e facoltà previsti nelle suddette clausole di autotutela sono riprodotti nei contratti di appalto. La violazione di tutte le summenzionate clausole comporta, per le imprese che partecipano alle gare di appalto bandite secondo le prescrizioni del Protocollo di Legalità stipulato in data 12 luglio 2005, il divieto per un anno di partecipare alle gare bandite in ambito regionale, oltre che l’applicazione di tutte le sanzioni previste dal caso.

 

g)  I partecipanti identificati al precedente punto 2 lett. d)  dovranno produrre Certificato DURC di data non anteriore a tre mesi rispetto alla data della gara.

 

Le certificazione richieste possono essere sostituite da dichiarazioni sostitutive di atto notorio rese ai sensi della vigente normativa.

 

I soggetti  che si trovano  nelle condizioni ostative previste dall’art. 38 del D.L.vo 163/2006, e successive modifiche e integrazioni, devono tassativamente  astenersi dal partecipare  alla gara  a pena delle sanzioni previste

 

Soggetti ammessi a partecipare: Possono partecipare alla gara imprese singole ovvero riunite in Consorzi o Raggruppamenti Temporanei di Impresa,  iscritte alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura, per servizi attinenti a quello oggetto della gara. E’ fatto comunque divieto alle imprese concorrenti di partecipare alla gara in più di una associazione temporanea (consorzio) ovvero di partecipare anche in forma individuale quando abbia partecipato alla gara medesima in associazione o consorzio . Sono ammessi anche singoli  cittadini alle condizioni di cui al precedente punto  2  e4.

 

CONDIZIONI:

 

1.        Gli automezzi  da alienare vengono ceduti nelle condizioni in cui si trovano senza che l’aggiudicatario possa accampare  diritti di qualsiasi genere. La trasformazione dell’automezzo deve avvenire entro il termine di giorni 40 dalla data di consegna e partire dalle attuali condizioni dell’automezzo  senza alcuna miglioria  o spese aggiuntive da parte dell’Ente appaltante.

2.        L’aggiudicatario   è tenuto a rispettare  tutte le normative in materia di sicurezza sul lavoro, ambiente,  ed ogni altra normativa  applicabile  e, dovrà operare alle condizioni prescritte ;

3.        Restano a carico dell’aggiudicatario:

- tutte le spese  e gli oneri relativi ai passaggi di proprietà  due automezzi da dimettere . I passaggi di proprietà devono  essere effettuati  entro il termine di giorni trenta dalla  data di richiesta .

- Tutte le spese relative alla trasformazione dell’automezzo Fiat Ducato compresi i costi dei trasporti in officine autorizzate, costi e oneri di  collaudi, revisione obbligatoria e quanto altro occorra per dare l'automezzo funzionante  “ Su STRADA”.

- Tutte le spese relative a contratti passaggi di proprietà , IVA , bolli ecc. e quanto altro per l’attuazione.  

A V  V E R T E N Z E 

 

*il recapito del plico sigillato contenente i documenti per la partecipazione alla gara in oggetto rimane ad esclusivo rischio del mittente ove,per qualsiasi motivo,anche di forza maggiore, lo stesso non giunga a destinazione entro il termine perentorio fissato  dal presente bando.

*saranno esclusi dalla gara i plichi privi di chiusura con ceralacca nonché l’offerta contenuta in busta non controfirmata sui lembi di chiusura.

*trascorso il termine perentorio stabilito dall’art. 02 non viene riconosciuta valida altra offerta anche se sostitutiva o aggiuntiva di offerte precedenti.

*l’amministrazione si riserva la facoltà insindacabile di non dare luogo alla gara.

*al presidente e’ riservata la facoltà di posticipare la  data e l’ora senza che i concorrenti possono accampare alcune pretese al riguardo.

*si procederà all’aggiudicazione dell’appalto anche nel caso in cui sia pervenuta o sia rimasta in gara una sola offerta.

*in caso di offerte uguali si procederà immediatamente  a sorteggio.

*non sono ammesse offerte condizionate o espresse in modo indeterminato o con semplice riferimento ad altra offerta propria o di altri.

L’aggiudicatario sarà tenuto ai seguenti adempimenti nel termine di giorni 15 dalla comunicazione dell’aggiudicazione, pena la decadenza:

* Presentazione di tutta al documentazione per la  sottoscrizione di atto di affidamento. 

-si farà luogo alla esclusione dalla gara nel caso che manchi qualcuno dei documenti richiesti.

-per partecipare alla gara non e’ richiesta la presentazione di alcun altro documento o dichiarazione non prescritti dalla presente lettera d’invito.

- Il responsabile del Procedimento  è il responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale  Geom. T. Falliano.

- Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs 30.06.2003 n. 196, i dati personali vengono raccolti per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell’Amministrazione Comunale (gare di appalti di lavori, forniture e servizi). I dati vengono trattati in modo lecito e corretto per il tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali sono raccolti e trattati; gli stessi devono essere esatti, pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti e trattati. Al trattamento dei dati personali possono accedere anche soggetti esterni, pubblici o privati con i quali il Comune ha un rapporto di connessione, convenzione e/o contratto finalizzato all’espletamento della procedura di parte di essa. La comunicazione e/o diffusione della procedura è regolata dall’art. 19 del D. Lgs. n. 196/2003. L’interessato può far valere nei confronti dell’Amministrazione Comunale i diritti di cui all’art. 7 esercitato ai sensi degli artt. 8, 9 e 10 del sopraccitato decreto.

 

I dati raccolti saranno trattati , ai sensi dell’art. 10 della legge 675/96 , esclusivamente nell’0ambito delle procedure della presente gara.

-ai sensi e per gli effetti dell’art. 16 della legge 10/12/1981 n° 741, e’ esclusa la competenza arbitrale , ogni controversia  verrà deferita al Giudice Ordinario presso il Tribunale di Patti.

 

Librizzi,  31.03.2008                                                                                                                                                                                             Il  responsabile dell’Ufficio Tecnico

                                                                                                         Geom. T. Falliano